In commissione banche, Consoli, ex amministratore delegato di Veneto Banca, conferma l’incontro del 2014 tra la Boschi e i presidenti di Veneto Banca e di Banca Etruria a casa del papà del ministro.

Padoan. Gli abbiamo chiesto cosa sapeva degli incontri tra la Boschi e i banchieri. Ascoltate cosa ci ha risposto. Ormai le dimissioni diventano una questione di dignità…

19 dicembre 2017. In commissione inchiesta banche #Visco riferisce di colloqui “divertenti” con ex Presidente del Consiglio Renzi su #BancaEtruria (non su altre). Il Governatore ritenne la questione talmente fuori luogo da renderla divertente…
Insomma le pressioni di Renzi erano “divertenti”.
Io mi chiedo se è possibile che mezzo sistema bancario italiano fosse sul ciglio di un burrone e il governo si occupasse solo ed esclusivamente di Banca Etruria. Ovviamente è solo una coincidenza il fatto che in questa banca il papà dell’allora Ministro Boschi fosse vice-presidente…figuriamoci. Gli italiani sono dei noti malpensanti.

19 dicembre 2017. Il PD ha cercato di buttare la commissione banche in caciara. In difficoltà per il conflitto d’interessi, ormai indifendibile, della Boschi. Tanto che oggi entra in campo Renzi che ne spara una delle sue. Per smarcarsi dalle sue richieste imbarazzanti al Governatore di Banca d’Italia sulla “fusione tra Banca Etruria e la Banca Popolare di Vicenza” diffonde un comunicato dove dice “Rivendico tuttavia il fatto di essermi interessato a tutti i singoli territori, nessuno escluso, oggetto di crisi bancarie. Le difficoltà del calzaturiero marchigiano o del settore orafo aretino o dell’export Veneto o del turismo pugliese”…UNA BALLA COLOSSALE. Il furbetto di Rignano ha parlato solo della fusione tra Banca Etruria e Banca Popolare di Vicenza con il Governatore Visco… nessun riferimento alle altre banche. A lui interessa solo la fusione tra “orafi aretini e orafi vicentini”… I governi imbarazzanti restano le prime cause delle catastrofi abbattutesi sui risparmiatori.

PS: i TG che, pensando di fare lo scoop, buttano fango sul M5S, sono al servizio di un gruppo di 4 cialtroni che hanno messo l’Italia in ginocchio e con o senza poltrone hanno una predisposizione innata per fare danni.

20 dicembre 2017. Boschi ha incontrato tutti quelli che potevano salvare la banca del papà, Ghizzoni incluso.
Anche Carrai, il migliore amico di Renzi, gli scrive per sollecitarlo.
Non guardate i TG, ascoltate direttamente Ghizzoni.
E poi ditemi, secondo voi, per le dimissioni, cosa altro serve?

“Non ho mai chiesto all’ex AD di Unicredit, Ghizzoni, né ad altri, di acquistare Banca Etruria.”
Così scriveva la Boschi qualche mese fa. Poi Ghizzoni in Commissione Banche ci ha raccontato la verità.

21 dicembre 2017. A sentire il sindaco del PD di Pesaro, sembra che nel suo partito sia diffuso un particolare interesse per le banche. Abbiamo iniziato a denunciare le interferenze della Boschi due anni fa, se ci sono cose che scopriamo solo oggi è perché qualcuno si è preoccupato di tenercele nascoste.


Per ricevere una volta alla settimana le news via mail, inserisci il tuo indirizzo qui sotto.