Archivio della categoriaTrasporti

Denunciato Alfano per i voli di stato utilizzati per tornare in Sicilia

Mentre i cittadini viaggiano su mezzi pubblici fatiscenti, dopo Renzi che viaggiava su aerei di stato per andare a Courmayeur, ora Alfano li utilizza per tornare in Sicilia. E’ il momento di dire basta, abbiamo presentato la nostra proposta per limitarne l’utilizzo e stamattina anche un esposto in procura. I soldi pubblici non vanno utilizzati per fini privati!

Leggi tutto

Baste prese in giro per gli ex IRISBUS

Basta prendere in giro i dipendenti ex IRISBUS che la FIAT e i sindacati hanno ingannato e lasciato senza speranza. Il Ministro Guidi, De Vincenti e Castano (i tre dell’apocalisse delle crisi industriali italiane) risponda alle domande che gli abbiamo appena presentato. 1: che fine ha fatto i 31 milioni che Invitalia avrebbe dato alla neonata Industria Italiana Autobus. Si tratta di soldi pubblici e devono essere rendicontati. 2: chi si assumerà le responsabilità dell’attuale fallimento di percorso che ha portato alla nascita dell’Industria Italiana Autobus viste le dichiarazioni pubbliche rese dai vertici della King Long cinese. 3: se non sia arrivato il momento di mettere gli stabilimenti IRISBUS nelle mani dirette degli operai e dell’indotto affiancati da una forte ...

Leggi tutto

L’invasione non avviene più con i carri armati

La Grecia vende 14 aeroporti alla tedesca Fraport per 1,23 miliardi Gli aeroporti che vengono ceduti sono quelli di Salonicco, Kavala, Corfù, Zante, Canea, Cefalonia, Aktion, Rodi, Kos, Samos, Mitilene, Mykonos, Santorini e Sciato. Intanto in Italia sette nuovi direttori dei principali musei italiani su venti, nominati attraverso bando internazionale, sono stranieri. Agli Uffizi il tedesco Eike Schmidt, a Brera l’anglo-canadese James Bradburne. Trasporti in Grecia e cultura in Italia. Due asset fondamentali. L’invasione non avviene più con i carri armati. Oggi debito e controllo della moneta permettono di raggiungere lo stesso obiettivo. Addirittura, con la complicità della stampa e di una sotto cultura della globalizzazione e con la scusa dell’integrazione, l’invasione viene accolta con festa e giubilo invece che ...

Leggi tutto

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!