Allo stato attuale ci sono paesi totalmente distrutti e la presenza dello Stato è intangibile.
Centinaia di aziende hanno perso tutto. Silos in acciaio inox di oltre 10 metri piegati dalla furia dell’acqua.
A distanza di 5 giorni non possono neanche quantificare i danni visto che solo ora, a seguito di tanto lavoro fatto esclusivamente con le proprie forze, riescono ad accedere ai locali allagati.
Molte famiglie sono senza casa.
La pioggia continua a cadere e c’è la sensazione di non aver alcun tipo di supporto.
Nelle emergenze ti aspetti tante persone al lavoro, vai e vieni di mezzi speciali, macchine idrovore per ripulire terreni e case dal fango. Io non ho visto nulla di tutto questo.
Solo l’organizzazione di qualche privato cittadino che tenta come può di dare una mano.
Movimento 5 Stelle incluso.
Per favore diffondete il messaggio perché sembra che alle TV e a i giornali non interessi nulla di ciò che sta accadendo.

Nel secondo video la situazione delle aziende vitivinicole e produttrici di olio del Sannio dopo l’alluvione. Sono sole a fronteggiare l’emergenza. Neanche le forze dell’ordine sono attrezzate per poter dare la giusta assistenza con mezzi adeguati. 600 soci di una cooperativa stanno cercando di ripristinare la produttività già scarsa per la crisi. 150€ all’ora il costo dei macchinari per il pompaggio del fango arrivate da paesi vicini.
Aziende in piena fase di vendemmia ricevono il colpo di grazia.
Ciò che chiedono queste persone sono aiuto concreti subito.
Sospensione dei tributi e delle tasse che per il momento non riusciranno a pagare dal momento che saranno bloccati a ripristinare i danni.
Fondi da erogare direttamente alle imprese colpite senza intermediari.
Noi staremo con il fiato sul collo al governo per ottenere queste misure sacrosante

benevento-alluvione

Per ricevere una volta alla settimana le news via mail, inserisci il tuo indirizzo qui sotto.